Si  dice che la scoperta del  VETRO,  si deve ai Fenici,  fra il 3000  e  il 2000   A. C.

Storia e leggenda  racconta che marinai Fenici , gettando del salnitro nel fuoco acceso alla foce del fiume Belus, videro uscire dalla fiamma un fluido denso e vischioso??, era nato il VETRO, formatosi dall’associazione di alta temperatura, del salnitro con la sabbia.  

 Il Cammino

All’inizio veniva usato per vasellame/contenitore per liquidi  ecc,ecc.  Poi  come oggetto ornamentale ,dato  anche la sua  lucentezza – trasparenza-resistenza .

Ma è impossibile parlare del vetro, senza ricordare lo sviluppo e l’espansione  che Venezia a dato a questo materiale, e prima ancora il Medio Oriente ( dove ha  le proprie origini ) l’Egitto che ne migliora gli effetti, e la Roma Imperiale , che ne trasforma (essendo indistruttibile)  radicalmente la tecnica  d’utilizzo,  non ultimo verso la fine dell’Ottocento con l’utilizzo del Gas  (  – che sostituì il Legno  ) la possibilità di raggiungere e controllare temperature più alte.

.  Nell’arco del tempo con la scoperta di nuovi minerali, nuovi colori, nuovi  utilizzi e applicazioni ne aumentarono tanto  la produzione, fino al punto che numerose  Fornaci  (del  Medio Evo) dovevano trasferirsi   per che avendo disboscato e utilizzando tutti  i boschi adiacenti, a corto di materia prima in loco.

Oggi il problema  è superato  con altri combustibili a disposizione.